8 Donne a Venezia, regia a parte

Parlare di cinema in questi giorni è semplice. Le sollecitazioni ci arrivano direttamente dai numerosi articoli che giungono dalla suggestiva Mostra Internazionale del cinema di Venezia. Un elogio alla bellezza, che trova palcoscenico sul red carpet di uno dei festival del cinema più variegati del panorama cinematografico. La nostra attenzione però è unicamente per le 8 straordinarie donne regista che hanno portato le loro opere in concorso. "Il mondo del cinema è un'industria, nella quale produttori e investitori continuano a considerare l'investimento su una regista donna un rischio maggiore di quello fatto su un uomo"; noi preferiamo pensare che donne o uomini non faccia differenza perchè quando il talento c'è non puoi contenerlo e prima o poi esplode. E' vero, nessun Premio David di Donatello per la regia è stato mai assegnato ad una donna; una sola regista ha vinto il Leone D'Oro Veneziano, Shirin Neshat nel 2009; unico Oscar vinto da una regista donna è andato a Kathryn Bigelow nel 2010 per Hurt Locker. A tal proposito ricordiamo, a onor del vero, che la prima donna della storia, candidata all'Oscar per la regia, è stata Lina Wertmüller con Pasqualino Settebellezze, nel 1977.

Ma chi di voi non ricorda "Lezioni di Piano" del 1993, Palma D'Oro a Cannes e 3 Premi Oscar uno dei quali alla sceneggiatura originale. La regista è Jane Campion, una donna e solo una donna può esprimere con tangibile lucidità l'enormità di sentimenti ed emozioni espresse in questo film.



Le 8 donne registe che travolgono Venezia, hanno portato in sala 8 pellicole potenti, creative e diverse. 8 storie che si addentrano nella realtà di fatti quotidiani, cogliendone sfumature nascoste e sottili. 8 donne che vedono il mondo in maniera definita e rappresentano mondi femminili ma non solo, con occhi determinati a non mentire.

Amiamo le donne che vivono sulla propria pelle e assimilano con passione ogni causa ed effetto per poi condividerne l'emozione.

Dedichiamo a queste meravigliose 8 registe, la nostra collezione ICS che parla di incroci, di scelte, di protezione verso se stesse. E' una collezione che racchiude un messaggio a gran voce; scelgo di essere una donna senza vincoli e paure. Una linea importante per MUBA che nella semplicità dei gioielli, lega la forza e la determinazione di tante piccole voci. La collana e il bracciale a 3 colori rappresentano tre valori della donna, la forza, la grazia e il coraggio.



MUBA Gioielli
Ogni gioiello è una creazione unica, pensato e realizzato interamente a mano
  • Facebook Black Round

© 2023 by MubaGioielli. Proudly created by Monica Brini